Dalla creazione all'Apocalisse - Credenti Senza Frontiere

Vai ai contenuti
MAYDAY  MAYDAY… QUI PIANETA TERRA !
La CREAZIONE
e il senso della vita
(parte nona - 3)
 
Dalla creazione all’Apocalisse -
Fine del mondo
Tempo fa erano i credenti a predicare la fine del mondo, passando per esaltati e uccelli del malaugurio; ora è la scienza che lo annuncia presentando varianti sul “come” avverrà, ma sempre secondo una dinamica naturale (anche se in parte causata dall’incoscienza umana a livello ecologico) si è cominciato dunque a considerare la responsabilità dell'uomo in ogni catastrofe mentre antecedentemente si attribuivano unicamente a circostanze di ordine naturalestrumenti scientifici sono costantemente in agguato per prevenire cadute di asteroidi che potrebbero dare il via ad una catastrofe planetaria.
 
I credenti difatti  parlano della fine mettendone la responsabilità sui comportamenti disumani e immorali degli abitanti, e per volontà dello stesso Creatore ed è ciò che fa la differenza (e che fa arrabbiare gli scienziati) così come fu per il diluvio, per Sodoma e Gomorra, per Ninive, Babilonia, ecc… e infine così come avverrà la fine del mondo presente, stando al Big Book, causa una degradazione irreversibile dell’umanità, e non solo per questioni ecologiche.
orologio del tempo, mancano cinque minuti!
Scienziati dell’Università laica di Chicago (1947) idearono l’orologio della storia del mondo “Doomsday clock” che è stato spostato ultimamente di due tacche alle ore 11,57 (fine del mondo, ore 12).
 
Un segno dei tempi ?
Gli scienziati hanno inviato nello spazio un satellite alla ricerca di  altri pianeti abitati. La prima immagine arrivata alla terra, è quella che i tecnici hanno chiamato "la mano di Dio" (sotto forma di nebulosa)! Ci pare piuttosto una nebulosa che sembra un ologramma della mano forata del Messia che sta per afferrare  la corona di spine qui divenuta corona di stelle... immagine che potrebbe voler dire che è venuto il tempo per il Messia di prendere in mano le redini del pianeta con l’ autorità regale che gli è stata assegnata a seguito della vittoria totale che Egli ha riportato sul male.
nebulosa detta La mano di Dio
Un critico ha scritto in proposito dell’immagine in questione: "Dio ha una mano anchilosata!" riferendosi al dito anulare storto. Noi troviamo invece che né pittori né scultori né registi abbiano mai rappresentato con tale realismo l'effetto del chiodo che danneggiando un tendine provoca la piegatura del dito corrispondente. La stella "pulsar" potrebbe rappresentare il foro lasciato dal chiodo dal quale escono nuove stelle ma anche radiazioni nocive che potrebbero significare l’inizio degli “ultimi tempi” i quali comprendono anche... il giudizio universale.
 
La nostra ipotesi è che verosimilmente può trattarsi di uno dei segni che, secondo il Maestro, appariranno nel cielo negli ultimi tempi, rivelatosi grazie unicamente alle nuove tecnologie avanzate della scienza, e che dunque era rimasto celato fino ad oggi:  
 
"...Vi saranno grandi terremoti, e in vari luoghi pestilenze e carestie; vi saranno fenomeni spaventosi e grandi segni dal cielo.  
 ...Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle; sulla terra, angoscia delle nazioni, spaventate dal rimbombo del mare e delle onde".
 
“L’uomo è stato creato di poco inferiore agli angeli” purtroppo compresi anche gli “angeli decaduti”. Scegliere da che parte stare, tra bene e male, fa dunque una grande differenza nell’interesse di tutti, date le capacità dell’uomo, sia di “performance” di altissimo valore sociale, umanitario, artistico, sportivo, politico, tecnologico, spirituale ed altro, ma anche di azioni atroci ed aberranti al punto di sapere come distruggere il pianeta. Le Scritture consigliano perciò di “non confidare nell’uomo”, o almeno di confidare soltanto nell’uomo che è chiaramente dalla parte del bene, altrimenti equivale a cercarseli, i problemi
 
Il Creatore, dalla rivolta degli angeli in poi, ha verosimilmente più problemi di noi umani. Dato dunque che siamo di poco inferiori agli angeli, abbiamo la facoltà e la possibilità, almeno a livello terreno, di aiutare il Creatore mettendoci decisamente dalla Sua parte e dalla parte degli angeli fedeli per cercare di ricostituire un certo equilibrio
 
Sconvolgimenti…
appello degli scienziati
Novecento e più scienziati di tutto il mondo, che si riuniscono in occasioni particolari, hanno lanciato un appello ai capi di Stato e ai “capi religiosi” chiedendo aiuto a favore del pianeta Terra che sta per collassare quanto a risorse naturali e quanto a capacità di ricupero a causa del mancato rispetto della natura (effetto serra, ecc.)...
catastrofi qua e là nel mondo
 
...tanto è stato fatto, al punto di ridurre la nostra meravigliosa realtà ad un pianeta rintronato...

Mentre l’Apocalisse, affidata alle varie Comunità degli ultimi tempi, è quel libro profetico a cui si volgeranno di più in più i saggi e le Comunità dei credenti, all’avvento di catastrofi naturali sconvolgenti in cui le stesse Comunità avranno un ruolo di prim’ordine da svolgere verso l’umanità angosciata e disorientata Da sempre, ad alleviare le svariate e terribili conseguenza della perdita del paradiso terrestre che affliggono il mondo, c’è stata una presenza ininterrotta di credenti pronti per primi ad aiutare ogni vittima della smania di conoscere il male. Il pianeta Terra, scaduto come paradiso, è stato trasformato dal Creatore in un vivaio di uomini e donne per popolare il futuro nuovo paradiso eterno, ad immagine del prototipo dell’uomo etico totale che è il Messia. “Fino ad ora tutta la creazione geme ed è in travaglio”  in vista della fine dell’età presente e dell’avvento di nuovi cieli e di una nuova Terradove finalmente giustizia e pace saranno una realtà definitiva… questa volta un vero paradiso, non più all’ombra di alberi insidiosi, frequentati da serpenti tentatori… poiché in ogni modo…
Alleluia! IL PARADISO… anche se il primo tentativo è miseramente fallito… HA DA ESSERE!
 
Ben va piangendo colui che porta il seme da spargere, ma tornerà con canti di gioia portando i suoi covoni” mentre i facitori della conoscenza del male verranno dispersi nel nulla come la pula al vento.
Torna ai contenuti